• +39 0963.374061
  • Via Libertà, 108 - Tropea (VV) Calabria

Nduja! Storia, Produzione e Ricetta del cibo calabrese più famoso!

Categoria: Borghi di Calabria, Costa degli Dei, Estate Calabria, Ricette calabresi
Visto: 599 volte
Autore: CalabriaGo
Il: 7 Agosto 2021
Torna al: Blog
Vota il post:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
Condividi

La Calabria è una di quelle regioni che oltre ad avere bellezze naturalistiche ad ogni angolo, vanta  una tradizione culinaria centenaria.
Uno dei prodotti che subito torna alla mente quando si parla di Calabria è senza dubbio il peperoncino, quello dal colore rosso fuoco e piccante come non mai.
Il piatto che racchiude tutta la bontà di questo prodotto è la Nduja, diventata il simbolo della regione.


Che cos’è la Nduja e come viene utilizzata in cucina?

La Nduja è il famoso salume spalmabile calabrese, riconoscibile per il suo colore rosso vivace. Il composto è a base di grasso di maiale, carne e peperoncino.

Rispetto ai salmi più comuni, la Nduja ha una consistenza molto morbida e cremosa, tanto che è possibile gustarla anche spalmata sul pane.
La sua forma è lunga e larga.
L’assaggio della Nduja è davvero un piacere per ogni palato. I gusti degli ingredienti si mescolano dando vita ad una vera e propria goduria di sensazioni che lasciano poi in bocca il sapore del peperoncino piccante.


Ci sono tanti modi per utilizzare la Nduja. Uno dei più comuni, che viene spesso servito come antipasto, è un crostino di pane con la Nduja spalmata sopra. Il pane deve essere tagliato a fette e abbrustolito. La Nduja va spalmata subito, appena tolto il pane dal fuoco, in questo modo si scioglierà sulla fetta di pane croccante.

Inoltre, si può usare anche per dare sapore a sughi di pomodoro e salse o addirittura come soffritto nella preparazione del ragù.

Alcuni invece utilizzano la Nduja come condimento per la pizza e per insaporire contorni, focacce, verdure, formaggi, carne, frittate, antipasti, primi piatti, zuppe e così via.
Una ricetta tipica dello street food calabrese che contiene la Nduja e che bisogna assolutamente assaggiare quando si visita la regione, sono gli arancini alla Nduja di Spilinga, piccole palline di riso farcite con Nduja e poi fritte. Una vera delizia!

Storia e origini della Nduja

La storia della Nduja non è molto chiara, ma ci sono un paio di ipotesi che potrebbero far pensare all’origine di questo gustoso insaccato.
La prima ipotesi è quella che alla fine del 1500 la Nduja venne diffusa dagli Spagnoli.

Questa idea è avvalorata da un piatto spagnolo chiamato la Sovresada de Mallorca che è molto simile alla ricetta della Nduja.

La seconda ipotesi invece risale al 1800, quando il Viceré di Napoli e cognato di Napoleone Bonaparte, Gioacchino Murat, si fece preparare un salume composto da trippa e lo distribuì gratuitamente conquistando il favore dei potenti dello stato partenopeo. Quel salume prese il nome di “andouille”, una parola simile a come viene pronunciata oggi.

I calabresi del passato però modificarono la ricetta usando tutto quello che avevano a disposizione in quel tempo come grasso, frattaglie, cotiche e peperoncino. Divenne così una pietanza della cucina calabrese povera.

Ricetta e produzione della Nduja

La ricetta della classica Nduja prevede alcuni ingredienti selezionati e di qualità. In particolare devono esserci questi tipi di carne: guanciale, lardello e pancetta di suino nazionale. Oltre alla carne bisogna aggiungere l’ingrediente che conferisce maggiore sapore al salume: il peperoncino essiccato al sole come si conviene alla tradizione calabrese. Dopo aver impastato il tutto bisogna far riposare il composto. Poi è prevista l’insaccatura che viene eseguita nel budello cieco, chiamato anche orba, e infine viene affumicato. L’ultima fase della preparazione della Nduja è la stagionatura che prevede il riposo della pietanza che varia dai 3 ai 6 mesi in un posto asciutto e fresco.

Uno dei posti della Calabria dove si può degustare la vera Nduja Calabrese è a Spilinga ,a pochi minuti da Tropea, dove ogni anno l’8 di Agosto si svolge la Sagra della Nduja. Molti approfittano delle loro vacanze al mare in questa splendida zona, non solo per le bellezze naturalistiche della Costa degli Dei che lasciano senza fiato i visitatori, ma anche per la bontà dei piatti tradizionali e della gente del posto, sempre pronta a consigliare percorsi enogastronomici unici.

Scopri di più sulle nostre case vacanza a Tropea e gustati un bel piatto di pasta e Nduja in riva al mare!


Condividi

Ti potrebbe interessare...

Visto: 599 volte
Autore: CalabriaGo
Il: 7 Agosto 2021
Torna al: Blog
© 2020 CalabriaGo. Tutti i diritti sono riservati - P.IVA 03355310792 ® Marchio Registrato - Design WeBlasa.com
Cookie policy - Privacy policy - Condizioni Generali - Contatti
WhatsApp CalabriaGo