• +39 0963.374061
  • Via Libertà, 108 - Tropea (VV) Calabria

Come Tropea ha conquistato la Bandiera Blu 2020

Categoria: Tropea
Visto: 369 volte
Autore: CalabriaGo
Il: 16 Maggio 2020
Torna al: Blog
Vota il post:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
Condividi

Come Tropea ha conquistato la Bandiera Blu 2020

Il conferimento della Bandiera Blu a Tropea rappresenta un punto d’arrivo di mesi e anni di nuovo impegno civico da parte della cittadinanza e dell’amministrazione nella cura della Cittadina ma, soprattutto, un punto di partenza.

Una ripartenza sia dal blocco forzato a causa dell’epidemia di Covid-19 sia nel senso di un ulteriore stimolo a perfezionare i servizi pubblici ed essenziali che ancora mancano in uno dei territori più attraenti e meritevoli d’Italia.

Vogliamo fare un plauso al risultato dell’amministrazione soprattutto per quanto riguarda il decoro urbano e l’igiene ambientale di Tropea, anche per quanto concerne la raccolta differenziata: nel 2019, infatti, persino i mesi di Luglio e Agosto, storicamente complessi per la materia, hanno evidenziato un miglioramento. Nel mese di Luglio, con una percentuale del 51,58%, si è infatti constatato un incremento del 17,86% nella raccolta differenziata rispetto al Luglio del 2018 (che si fermava a 33,72%); il mese di Agosto 2019 vantava invece una percentuale di 43.07%, con un aumento del 10,72% nella raccolta differenziata rispetto ad Agosto 2018.

Per quanto riguarda i progressi annuali, la differenziata passava dal 33,92% del 2018 al 44,16% del 2019: un incoraggiante + 10,24% che certifica la bontà del lavoro sino ad oggi svolto. Grazie a risultati come questi le bellezze dei portali e dei palazzi nobiliari del centro storico sono diventate più godibili dai turisti, e a questo si aggiungerà il rifacimento della Piazza centrale – evento atteso da decenni – e la costruzione del nuovo marciapiede che dalla stazione scenderà fino alla Piazza Vittorio Veneto stessa.

Spiaggia di Tropea - Bandiera Blu 2020Il blocco del 2020, siamo certi, non inficerà la crescita di Tropea nella sua popolarità turistica e nella cura responsabile delle sue bellezze. Se nel 2017 (ultime rilevazioni disponibili) a Tropea figuravano 93 esercizi ricettivi – dei quali ben 74 extra-alberghieri – ad oggi su booking, il più famoso portale di prenotazione on line, si contano 163 strutture domiciliate solo nel Comune. L’impegno dei tanti volontari che ogni fine settimana, a titolo puramente gratuito partecipano, insieme al primo cittadino, alla pulizia delle aree verdi del Comune continua ad essere un segnale forte. Insieme ai risultati sopra riportati, e alla notissima purezza delle acque della costa, contribuisce a dare l’immagine della Perla del Tirreno come gemma turistica nitida e incontaminata, che può assicurare ordine e pulizia ai turisti che, soprattutto in questo momento storico, sentono il bisogno di ciò.

L’ottimismo è dovuto anche all’inizio di destagionalizzazione che era stato inaugurato poco prima della parentesi della pandemia: il Natale tropeano era stato al centro della scena mediatica locale e, addirittura, nazionale per due mesi. La città era stata letteralmente ammirata da tutta la Calabria e il suo Natale è diventato quasi un simbolo della regione nel periodo natalizio. La foto della stella cometa a Piazza Cannone con l’Isola sullo sfondo ha realizzato una sorta di record nelle condivisioni sui social, permettendo anche a RaiGroup di registrare una puntata a Tropea.

Su tutto ciò la Bandiera Blu conferita dalla FEE rappresenta una ciliegina sulla torta. Ma, come accennato, deve essere un’occasione per puntare politicamente sull’investimento pubblico dei servizi essenziali che, soli, potranno dare a Tropea quel lustro e quella perfezione che l’ospite stagionale cerca.

Stiamo parlando del ripristino completo delle funzioni dell’ospedale cittadino, non in linea con i Livelli Essenziali di Assistenza come stabiliti dal decreto commissariale del 2016, e della rete dei trasporti, che ancora porta i segni di anni e anni di tagli lineari. I 3,2 miliardi erogati per la sanità del così detto Dl “Rilancio” dovrebbero essere, in realtà, la somma da investire solo in Calabria per portare il suo Sistema Sanitario – definanziato di circa 200 milioni all’anno rispetto alla media pro capite nazionale – a livello del resto del Paese.

Una Città che è riuscita a conquistare la Bandiera Blu e che condivide il territorio con Comuni (Ricadi, Parghelia, Zambrone, Briatico) che rappresentano da soli la stragrande maggioranza dei turisti stranieri che ogni anno accedono al territorio Calabrese può puntare a questo e altro.

Spingiamo per una Tropea ambiziosa e sempre più responsabile nella cura del suo territorio e dei suoi cittadini!

Visto: 369 volte
Autore: CalabriaGo
Il: 16 Maggio 2020
Torna al: Blog

Case vacanze a Tropea e dintorni

© 2020 CalabriaGo. Tutti i diritti sono riservati - P.IVA 03355310792 ® Marchio Registrato - Design WeBlasa.com
WhatsApp CalabriaGo