Cosa vedere tra Tropea- Pizzo

Condividi

La Costa degli Dei è ricca di storie, miti, leggende, culture; non a caso ha preso questa denominazione. Secondo la leggenda, infatti, Dei e semidei vollero omaggiare questo tratto di costa così fertile e bello fondando delle città. La stessa Tropea, infatti, sempre secondo la leggenda, fu fondata da Ercole, figlio di Zeus ed Era, che, dopo aver sconfitto i Giganti e superato Le Dodici Fatiche, volle riposarsi in questo luogo e per omaggiarlo fondò la Città di Tropea in onore della sua nutrice (Era), che in greco antico si dice appunto Tropea. La Città al Semidio ha dedicato la piazza principale del centro storico di Tropea, Piazza Ercole.

Vicino la Perla del Tirreno, esistono altri paesi capaci di emozionare e incantare per la loro bellezza. Prendiamo ad esempio il primo e l’ultimo paese della Costa degli Dei, Pizzo e Nicotera.

Pizzo Calabro

Pizzo Calabro è il primo paese della Costa degli Dei. Il nome Pizzo (Becco di Uccello, Punta di diamante), si addice perfettamente al promontorio tufaceo che sporge sul mare. Proprio arroccato sul promontorio sorge maestoso il Castello Aragonese, oggi comunemente chiamato Castello Murat. Il nome, infatti, deriva da tempi lontani, precisamente il 13 ottobre del 1815, il Re di Napoli, Gioacchino Murat, cognato di Napoleone Bonaparte fu fucilato da una commissione militare nominata da Ferdinando IV. Oggi, all’interno del castello, c’è il museo murattiano che ripercorre gli ultimi anni di Murat. Visitare il Castello di Pizzo significa rivivere in prima persona le vicende che segnarono il destino di un popolo. Il Re di Napoli fu sepolto nella chiesa di San Giorgio, a pochi metri da Piazza della Repubblica, piazza principale di Pizzo Calabro, dove si può gustare il famoso Tartufo di Pizzo nelle diverse gelaterie presenti.

Oltre al centro storico di Pizzo, ai vicoli, alle fontane, ai punti panoramici, e alla bellissima scultura “il collezionista di venti”, merita una visita la Chiesetta di Piedigrotta, uno dei luoghi di culto, insieme al Santuario di Santa Maria dell’Isola, più visitati della Calabria. La chiesetta si trova sulla spiaggia di Pizzo, ed è interamente scavata nella roccia sedimentaria. Al suo interno si possono osservare diverse statue, come l’icona della Madonna di Pompei, il Presepe, San Francesco di Paola e San Giorgio. È un luogo affascinante e mistico anche grazie al gioco di luci ed ombre che viene fatto dal mare di Pizzo.
Consiglio d’amore! Nel centro storico di Pizzo c’è un vicolo (Vico stretto) dedicato agli innamorati, dove è obbligatorio baciarsi!
Come arrivarci? Pizzo è facilmente raggiungibile seguendo la litoranea e poi la SS 18, andando verso Nord. Diversamente si può raggiungere con il treno.

Nicotera

L’ultimo gioiello della Costa degli Dei è Nicotera. Probabilmente il suo nome deriva dal greco Nikoteras, che significa “miracolo della vittoria”. Anche questo paese vicino Tropea, subito dopo Capo Vaticano e Joppolo, ha subito diverse dominazioni e incursioni, mescolando diverse culture e architetture. Nicotera si divide in Nicotera superiore e Nicotera Marina.
Anche in questo bellissimo borgo della Costa degli Dei, l’emblema e l’immagine è un castello. Il Castello Ruffo di Nicotera, sovrasta grazie alla sua posizione dominante, la vallata di Nicotera Marina. Dalla sua terrazza si apre uno scenario meraviglioso. Infatti si riesce a vedere tutta la Costa meridionale calabrese, come il porto di Gioia Tauro, lo Stretto di Messinale Isole Eolie e l’Etna.
Altro punto da visitare in questo borgo è la Concattedrale di Maria SS Assunta. Passeggiando per le vie del centro storico di Nicotera, si possono ammirare i palazzi nobiliari e i vari quartieri, soprattutto quello ebraico Giudecca e Porta Palmenteri.
Come ad agni luogo calabrese, oltre i saperi ci sono anche i sapori. Nel 2010 l’Unesco ha introdotto la Dieta Mediterranea nella lista dei Patrimoni Culturali Immateriali dell’Umanità e il Ministero dello Sviluppo Economico ha dichiarato Nicotera “Città della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento”.
Consiglio! Una delle vie più fotografate di Nicotera è il Vico degli Ombrelli, una piccola viuzza decorata con ombrelli, fiori e una dedica al compianto cantautore calabrese Rino Gaetano!                                                    Come arrivarci? Nicotera da Tropea è facilmente raggiungibile passando per la SP17 e SP29. Diversamente si può raggiungere con il treno.


Condividi
Visto da: 1.385
© 2024 CalabriaGo. Tutti i diritti sono riservati - P.IVA 03355310792 ® Marchio Registrato - Design by WeBlasa
Cookie policy - Privacy policy - Condizioni Generali - Contatti
MENU