Tour tra i luoghi calabresi più fotografati e condivisi sui Social Network

Condividi

Oggi, nell’era dei social media, le immagini hanno un potere straordinario: una foto ben scattata può catturare l’attenzione di potenziali turisti in un istante, trasformandosi in un invito irresistibile a esplorare nuovi luoghi. Le piattaforme come Instagram, Facebook, Twitter o Tik Tok sono diventate strumenti essenziali per la promozione e il marketing turistico, offrendo una vetrina globale dove le bellezze della Calabria possono brillare e ispirare viaggiatori da tutto il mondo.
Un post sui Social Network può raggiungere milioni di persone in pochi istanti, trasformando destinazioni sconosciute o poco promosse in mete ambite. Le immagini e i video condivisi hanno un impatto immediato e possono diventare un invito visivo, mostrando le spiagge incontaminate, i borghi e i panorami mozzafiato che la Calabria ha da offrire. Ecco alcuni dei luoghi della Calabria tra i più postati condivisi sui social network.

Tropea (VV): Affaccio Raf Vallone o Affaccio dei Sospiri

Naturalmente il nostro tour dei luoghi più instagrammabili della Calabria, non poteva non passare dalla Perla del Tirreno. Uno dei luoghi più fotografati di Tropea è il Santuario di Santa Maria dell’Isola, con le acque cristalline che lo circondano che ne esaltano la bellezza. Per immortalare al meglio questo luogo, basta andare in uno degli affacci panoramici più belli del Mediterraneo, quello dedicato all’attore tropeano Raf Vallone, chiamato anche l’affaccio dei sospiri. Da qui, oltre a vedere il Santuario, simbolo della Calabria nel mondo, vi affaccerete sulla spiaggia conosciuta come Le Roccette e potrete intravedere soprattutto all’imbrunire: lo Stromboli, il golfo di Sant’Eufemia, Monte Cocuzzo e nelle giornate più nitide la costa di Palinuro e Marina di Camerota.

Scilla (RC): Chianalea

Il borgo di Scilla, con le sue case colorate affacciate sul mare, il castello Ruffo e la spiaggia di Marina Grande è un luogo incantevole e molto fotografato. Chianalea di Scilla è conosciuta come la “Piccola Venezia del Sud” per le sue case che si affacciano direttamente sul mare. Le sue stradine strette e le barche dei pescatori offrono scenari affascinanti. Molto sentita è la pesca del pesce spada; se siete a Scilla potrete ammirare a largo delle sue acque i pescatori a bordo della feluca pronti a catturare il pesce spada che poi potrete gustare in un panino nei tanti chioschi presenti.

Diamante (CS): La città dei Murales

Conosciuta come la “Città dei Murales di Calabria”, Diamante ospita oltre 300 opere d’arte murale che adornano le pareti delle case e degli edifici del centro storico, rendendola un museo a cielo aperto. Il progetto dei murales di Diamante iniziò nel 1981 grazie all’iniziativa del pittore e artista Nani Razetti, con l’intento di valorizzare e abbellire la città. Da allora, artisti italiani e internazionali hanno contribuito con le loro opere, trasformando Diamante in una galleria d’arte unica e affascinante. Passeggiando per le vie di Diamante, si possono ammirare una varietà di murales che spaziano dai temi storici e culturali a quelli sociali e fantastici. Oltre ad essere guadagnata un posto sui social grazie ai suoi murales, Diamante è la città del peperoncino; infatti, ad inizio settembre si svolge Il Diamante Peperoncino Festival, dove si possono conoscere la storia del peperoncino e scoprire le sue 500 varietà.

San Nicola Arcella (CS): Spiaggia dell’Arcomagno

Siamo nella Riviera dei Cedri, costa punteggiata da località e spiagge meravigliose, piccole e grandi isole e grotte, panorami suggestivi ed enogastronomia. Immancabilmente incantatrice, l’Arcomagno o spiaggia di Enea, si presenta con uno spettacolare arco di roccia naturale che abbraccia dolcemente la sabbia e le acque turchesi. Una vera meraviglia creata dalla maestosità di Madre Natura, dove l’arco sembra cullare la spiaggia in un abbraccio senza tempo. Il momento migliore per visitare questa oasi di tranquillità è al tramonto, quando il sole si tuffa nel mare e si tinge di sfumature calde e la spiaggia dell’Arcomagno si veste di magia. L’atmosfera è surreale, quasi fiabesca. A pochi chilometri si trovano l’Isola di Dino e l’Isola di Cirella.

Isola di Capo Rizzuto: Le Castella

Un altro luogo calabrese tra i più fotografati e postoti sui social con tanto di hashtag è la spiaggia di Le Castella, nella Costa dei Saraceni, precisamente nell’Area protetta di Capo Rizzuto in provincia di Crotone. La spiaggia di Le Castella è molto più di una semplice destinazione balneare. È un luogo magico, dove il mare cristallino si mescola con la storia e la bellezza naturale. Il nome, infatti, deriva dalla presenza del Castello Aragonese, circondato dall’acqua cristallina, un luogo incantevole dove la natura si fonde in perfetta sintonia con la storia della Magna Grecia.

Mammola (RC): MUSABA

Il MUSABA (Museo Santa Barbara) è un’esperienza unica, situato nel comune di Mammola, in provincia di Reggio Calabria. Fondato dagli artisti Nik Spatari e Hiske Maas, questo museo-laboratorio è un luogo dove arte, natura e architettura si fondono in un’esperienza sensoriale straordinaria. Dagli anni 90’ il MUSABA è cresciuto fino a diventare una delle attrazioni culturali più significative della Calabria.

Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria: I Bronzi di Riace

Sono custoditi e ammirati in una sala appositamente progettata per esaltarne la bellezza. Le statue sono tra le opere più fotografate della Calabria, con migliaia di visitatori che ogni anno scattano foto per immortalare la loro bellezza e condividerla sui social media. L’hashtag #BronziDiRiace è popolare su piattaforme come Instagram, dove le immagini delle statue ricevono migliaia di like e commenti, contribuendo a promuovere l’immagine culturale della Calabria nel mondo.

Parco Nazionale della Sila: i Giganti della Sila

Simbolo ed emblema floristico del Parco Nazionale della Sila sono i “Giganti della Sila”, di straordinaria bellezza. Sono dei veri e proprio monumenti naturali, riserve naturali biogenetiche dove spiccano i Giganti di Fallistro, ovvero 50 colossali alberi di pino laricio e 5 di acero montano con oltre 500 anni di età. Al fine di tutelare e preservare i patriarchi vegetali della Sila, il FAI, diventa gestore di questa riserva, diventando nel 2015 il primo e l’unico Bene FAI della Calabria.

Capo Vaticano (VV): il Belvedere di Capo Vaticano

Punta Faro di Capo Vaticano, con il suo spettacolare affaccio sul Golfo di Gioia Tauro, lo Stretto di Messina e le Isole Eolie è uno dei luoghi più affascinanti e romantici della Calabria. Le immagini di Punta Faro, soprattutto al tramonto, sono tra le più condivise su Instagram e altre piattaforme social. Questo promontorio è celebre non solo per la sua bellezza naturale dovuta alle sue rocce frastagliate, le acque cristalline e i suoi spettacolari tramonti ma anche per essere il simbolo e il brand del “Vecchio Amaro del Capo”.


Condividi
Visto da: 852
© 2024 CalabriaGo. Tutti i diritti sono riservati - P.IVA 03355310792 ® Marchio Registrato - Design by WeBlasa
Cookie policy - Privacy policy - Condizioni Generali - Contatti
MENU